Quando a chiudere è il terapeuta. Etica e buone prassi dell’invio

Pubblicato il

La domanda che, con più facilità, le persone che iniziano un percorso di psicoterapia pongono al proprio terapeuta è “Quanto durerà?”. L’approccio contrattuale, ormai condiviso da diversi orientamenti ed usato in diversi contesti operativi, permette ad entrambi, terapeuta e paziente, di monitorarsi durante il percorso ed identificare il raggiungimento degli obiettivi posti. Anche nel consenso […]

Il Narcisismo: il bisogno smodato di ammirazione di un “Bambino”.

Pubblicato il

In questo articolo voglio descrivere quello che ormai “troppo” comunemente e superficialmente tutti chiamano “narcisista”. A fronte di una tendenza comune a riferirsi al Narcisista come l’orco cattivo delle favole, colui (eh sì, perché ormai viene associato solo al sesso maschile) che manipola, che fa soffrire, insomma “la causa” delle pene d’amore o di un […]

Che genitore sei? (parte 3)

Pubblicato il

Nei precedenti articoli sugli stili genitoriali è stata proposta una panoramica generale delle classificazione delle relazioni disfunzionali. Nell’ultimo articolo è stata descritta il tipo di relazione definita IPERCOINVOLTA.  In questo articolo si passerà in rassegna il tipo di relazione definita IPOCOINVOLTA sempre tenendo in considerazione le caratteristiche di qualità comportamentale, tono affettivo e coinvolgimento psicologico. RELAZIONE IPOCOINVOLTA Caratterizzata da […]

Che genitore sei?

Pubblicato il

Una buona qualità della relazione adulto-bambino fornisce al bambino il supporto necessario e individualizzato di cui necessita per uno sviluppo sano. È all’interno di questa relazione che un bambino si costruisce un senso di ciò che ci si può aspettare e di ciò che è possibile nella relazione con gli altri. Nelle ripetute interazioni con genitori emotivamente […]

È solo uno schiaffo… in realtà mi ama (parte II)

Pubblicato il

Sempre più spesso nei giornali e nei telegiornali ascoltiamo l’annuncio di episodi di cronaca che riguardano la violenza di genere nelle sue varie manifestazioni. A volte la vittima ha già denunciato la condizione vissuta prima che la situazione fosse diventata senza vie di uscita. In realtà, queste segnalazioni non sono così comuni come ci si […]

Quando e come dire “no” ai propri figli

Pubblicato il

All’interno del rapporto genitore-figlio sono presenti frequenti momenti di incomprensione che vengono definiti “rotture” nella comunicazione. Questa mancanza di sintonizzazione è legata all’esistenza di bisogni, desideri e obiettivi diversi tra caregiver e bambino. Tali differenze possono portare a conflitti più o meno intensi all’interno della relazione. Le rotture non possono essere eliminate in toto, ma […]

Un momento speciale

Pubblicato il

Quante volte ci capita di rispondere alla richiesta di nostro figlio: “Oggi non posso. Devo lavorare”, oppure: “Dobbiamo andare a fare la spesa. Non c’è tempo”, o ancora: “Lo facciamo la prossima volta”. Si è concentrati su preoccupazioni, problemi ed esigenze pratiche interne o esterne alla famiglia. Se ci fermiamo un attimo a riflettere, quanto […]

A come… Affiliazione, Adolescenza, Amicizia (parte 2)

Pubblicato il

L’adolescenza rappresenta un momento di transizione, ricco di compiti evolutivi, che tende verso la ridefinizione dell’identità. La vicinanza dei coetanei che vivono situazioni ed emozioni simili, costituisce una fonte indispensabile per il confronto sociale, la riduzione dell’ansia e il recupero di informazioni (come detto qui). Le ricerche dimostrano che affliliazione e prossimità fisica favoriscono l’amicizia. […]