Età evolutiva

L’importanza del gioco per lo sviluppo dell’intersoggettività nell’autismo!!!

Un problema peculiare che riscontro spesso nel mio lavoro con i bambini autistici è la scarsa interazione sociale. 

 

Tale aspetto può essere incrementato tramite uno strumento semplicissimo e d

i quotidiano uso … parliamo del gioco.

Sono necessari degli accorgimenti che possono essere usati anche dai genitori a casa.

La prima cosa da favorire è lo sguardo, per questo è utile che:

-l’oggetto abbia caratteristiche interessanti per il bambino

– l’oggetto si muova, emetta suoni, provochi sorpresa

-la persona sia vivace e interessante, anch’essa fonte di spettacolo

Diventa importante, ai fini di un’intersoggettività, anche insegnare lo scambio dei turni. Per questo può essere utile o provare a fare l’azione tante volte finché il bambino non si incuriosisca e la cerchi o lasciargli fare un’azione gradita e inserirsi con il turno gradualmente e rapidamente affinché non perda l’interesse in esso.

Altro aspetto importante da sviluppare è l‘indicazione, che spesso per questi bambini è un punto di arrivo. Si può facilitare questo assecondando il movimento naturale del bambino di allungare la mano verso l’oggetto e trasformando quello in un’indicazione con il dito.

 

The following two tabs change content below.
Psicologa e in formazione come psicoterapeuta. Ha esperienza teorica e lavorativa con i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, ADHD, Disturbi dello Spettro Autistico, sia con gli individui direttamente interessati sia con quelli che gravitano intorno a loro (genitori ed insegnanti).

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.