Famiglia

Itinerari Familiari

Il presente articolo sarà l’introduzione di una tematica che affronterò nei prossimi articoli.

Una costellazione di eventi lavorativi e formativi hanno riacceso la mia attenzione su  un argomento per me di grande interesse, la Famiglia,  la famiglia con adolescenti e l’utilizzo di sostanze stupefacenti.

Presenterò brevemente, la famiglia; il suo funzionamento, l’adolescente, per poi terminare concentrando l’interesse sulle sostanze stupefacenti ed il loro uso o abuso.

Ogni Famiglia è un nucleo, un piccolo gruppo, dove sono sottese fitte reti sociali, scambi relazionali, emotivi e pratici, ogni componente è un individuo unico a sé stante, ma inserito in un contesto dinamico e circoscritto.

Focalizzeremo la nostra attenzione alle Famiglie con figli, dove la famiglia sarà quel contenitore per ogni membro, luogo primario di crescita e di educazione, di relazioni affettive e modalità comunicative, nonché di mediazione sociale.

La Famiglia è un sistema sociale, dove si confrontano il sottogruppo coniuge-genitore; il sottogruppo fratelli-sorelle; genitori-figli, un piccolo sistema complesso con regole e confini.

Qualora all’interno del nucleo familiare, si vivano dei disagi o delle situazioni di malessere, o il funzionamento della famiglia viene disturbato, si possono creare delle situazioni che minano l’equilibrio dell’intero nucleo, in questa situazione, uno dei componenti,  può farsi portatore del disagio dell’intero sistema, diventando il membro designato, il sintomo dell’intero gruppo.

I conflitti all’interno della Famiglia, sono una componente reale e concerta e possono costituire un fattore di crescita o di blocco e malessere, creando rotture, situazioni di crisi e impasse,

Qualora il conflitto non riuscisse a trovare delle strategie risolutive positive, scivolerebbe in manifestazioni disturbate a livello delle relazioni interpersonali e nelle modalità di comunicazione ed espressione dell’affettività.

La capacità della Famiglia di arginare e risolvere situazioni di conflitto è data dalla capacità di ogni membro di accettare le diversità, di tollerare le frustrazioni e le situazioni ansiogene, si può non condividere un comportamento di un componente della famiglia, ma la persona viene sempre accettata e tutelata.

Le modalità per alimentare i conflitti, possono essere l’utilizzo di forza o della violenza, la mancanza di una forza decisionale, la squalifica o la passività.

La Famiglia sarà quindi chiamata a dover fronteggiare con le proprie risorse, le situazioni di conflitto.

Verranno quindi attivate le risorse dell’intero nucleo e di ogni singolo componente, rendendo il conflitto un momento di confronto e crescita per tutti i membri, allineandosi rispetto ad un impegno emotivo, relazionale che si presenterà con una grande flessibilità di tutti i componenti della Famiglia.

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.