Età evolutiva

Che genitore sei? (parte 2)

Nel precedente articolo sugli stili genitoriali è stata proposta una panoramica generale delle classificazione delle relazioni disfunzionali descritte nel manuale Classificazione diagnostica della salute mentale e dei disturbi di sviluppo nell’infanzia CD:0-3R. In questo articolo e nei successivi verranno descritti più approfonditamente i vari stili relazionali tenendo in considerazione le caratteristiche di qualità comportamentale, tono affettivo e coinvolgimento psicologico.

RELAZIONE IPERCOINVOLTA

Caratterizzata per il forte coinvolgimento nelle tre aree di osservazione, il genitore tende ad assumere un atteggiamento di protezione eccessiva nei confronti del figlio per il timore che non riesca a far fronte alle sollecitazioni offerte dall’ambiente.

Qualità comportamentale

In una relazione ipercoinvolta, il genitore interferisce significativamente con obiettivi e desideri del bambino anticipandoli o sostituendosi a lui. I tipi di richieste, spesso al di fuori della zona di sviluppo prossimale delle competenze del bambino, vengono eseguite dal genitore stesso, incapacitando il bambino e non permettendogli di sperimentarsi con le difficoltà che potrebbe incontrare. Le conseguenze a questa modalità comportamentale possono essere la passivizzazione del bambino stesso difronte ad un compito da lui percepito come troppo difficoltoso e l’alternanza con comportamenti di tipo provocatorio. Possibilità di sviluppo di ritardo psicomotorio e del linguaggio.

Tono affettivo

Il genitore, mosso da uno stile controllante, può sperimentare alternanza di emozioni ansioso/depressive e rabbiose, limitando la gamma di emozioni espresse dal bambino.

Coinvolgimento psicologico

Difficoltà da parte del genitore di percepire il bambino come una persona distinta da sè con propri desideri e bisogni. I confini generazionali possono risultare sfumati e poco definiti. Il bambino spesso dimostra difficoltà nelle proprie autonomie e nel separarsi dalle figure genitoriali.


DC: 0-3 R, Diagnostic Classification of Mental Healt and Developmental Disorder of Infancy and Early Childhood, National Center For Infants, 2014.

The following two tabs change content below.
Psicologo, Psicoterapeuta dell'età evolutiva specializzato nei disturbi del comportamento. Mi occupo della valutazione, diagnosi e riabilitazione di bambini con disturbi del comportamento e delle famiglie che hanno difficoltà a gestire i propri figli con diagnosi di ADHD e disturbi del comportamento esternalizzante in generale.

Ultimi post di dr Manuel Marcocci (vedi tutti)

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.