Sesso

La funzione dei Feromoni negli esseri umani: davvero servono ad attrarre potenziali partner?

In noi esseri umani i ferormoni hanno qualche funzione? Davvero sono capaci di influenzare le nostre preferenze sessuali e influenzare la scelta del partner?

Cosa sono i feromoni sessuali?

feromoni non sono odori. Sono sostanze biochimiche prodotti da alcune ghiandole che fanno da messaggeri tra organismi della stessa specie. In pratica sono come gli infrarossi o gli ultravioletti: molti animali li vedono, noi no.

Sappiamo che tra animali della stessa specie i feromoni sessuali provocano reazioni psicofisiologiche di tipo attrattivo: quelli prodotti dalle femmine durante l’ovulazione generalmente provocano l’eccitazione sessuale del maschio mentre in altri casi (ad esempio tra i maiali) i ferormoni maschili predispongono la femmina alla penetrazione.

 

Il BNST e l’Organo Vomero-nasale

Negli animali, i feromoni agiscono su un nucleo dell’ipotalamo chiamato BNST che contiene numerosi recettori per gli ormoni sessuali ed è collegato con il Sistema Olfattivo Accessorio, nel quale ha sede l’organo vomero-nasale. Il BNST regola lo schema motorio dell’accoppiamento provocando nei maschi erezione, accoppiamento ed eiaculazione, mentre nelle femmine provoca l’inarcamento della schiena.

In alcuni esperimenti si è visto che negli animali il Sistema Olfattivo Accessorio si attiva con le vomeroferine (composti sintetici simili alle secrezioni epiteliali e vaginali) in modo sesso-specifico: quelle che attivano gli uomini non attivano le donne e viceversa. L’attivazione dell’organo vomero-nasale non provoca una percezione (corteccia) ma influenza direttamente i centri di controllo del comportamento sessuale (ipotalamo e sistema limbico).

La domanda è: anche gli esseri umani li utilizzano per suscitare interesse sessuale o reazioni comportamentali sessuali nel potenziale partner?

I feromoni nell’essere umano

In passato alcune ricerche hanno risposto affermativamente: in una ricerca condotta dall’Istituto Karolinska di Stoccolma, pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences, attraverso la Tomografia a Emissione Positronica i ricercatori hanno rilevato che una vomeroferina derivata dal testosterone attiva l’ipotalamo nei maschi omosessuali e nelle donne eterosessuali mentre nei maschi eterosessuali non si registra attività elettrica. Viceversa, quando venivano usati ormoni femminili c’era reazione solo nella porzione olfattiva del cervello delle donne e dei maschi eterosessuali. Risultati simili sono stati raggiunti anche da Charles Wysocki e colleghi dell’università di Philadelphia (Cellerino, 2002).

Tuttavia un recente studio dell’università di Crawley (Australia), coordinato da Leigh Simmons  (Hare et al, 2017) ha dimostrato che i feromoni ritenuti specifici del sesso umano –  l’androstadienone, presente nel sudore e nel seme maschile, e l’estrotetraenolo, presente nelle urine femminili – non influenzano la percezione di genere, le valutazioni di attrazione o i giudizi di infedeltà dei volti di sesso opposto. Non hanno cioè nessun effetto.

In conclusione, probabilmente i feromoni umani esistono ma finora non ci sono prove che abbiano un qualche ruolo sull’attrazione sessuale. Forse, ipotizzano alcuni ricercatori, potrebbero fare da messaggeri nell’attaccamento madre-bambino. ciò che è sicuro è che se avete intenzione di spendere dei soldi per un profumo al “feromone”, molto meglio che li impieghiate per una cena romantica o un nuovo taglio di capelli. O una terapia di coppia.

 


Cellerino A. (2002). Eros e cervello. Le radici biologiche di sessualità, estetica, amore, Torino, Boringhieri

Hare RM, Schlatter S, Rhodes G, Simmons LW (2017). Putative sex-specific human pheromones do not affect gender perception, attractiveness ratings or unfaithfulness judgements of opposite sex faces. Royal Society Open Science 4 160831

The following two tabs change content below.

dr Christian Giordano

Ideatore e Fondatore a Centro Psike
Psicologo, Psicoterapeuta, terapista sessuale e di Coppia, esperto in analisi transazionale e perizia grafologica. Mi occupo di disturbi di personalità, problemi sessuali, depressione e ansia. Nel mio studio accolgo ogni paziente con calore, rispetto e assenza di giudizio. Sono convinto che ogni persona può cambiare e migliorare sé stessa.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.