Relazioni

L’alternativa: la chiave del tuo successo

Sento parlare, sempre più spesso, di fallimenti: di chi ha fallito nel lavoro, di chi nelle relazioni, chi nelle amicizie, chi nella vita. Sento chi critica gli altri perché sono stati pessimisti e non hanno tentato, non hanno osato; sento l’altra campana che vive annientata da frustrazioni perché non gliene va una dritta.

“Faber est suae quisque fortunae”
“Ciascuno è artefice del proprio destino”. (qualcuno lo attribusce a Sallustio, qualcuno a Appio Claudio il Cieco 310 a.C.)

Abbiamo riflettuto più volte sulla prospettiva con la quale si inquadrano le situazioni. L’atteggiamento mentale, il Mindset fa la differenza. Questo è il vero segreto.

Se stiamo sempre a criticare le situazioni spiacevoli che viviamo, oppure ad abbatterci perché le situazioni non cambiano e sono tutte stagnanti, oppure perché il mondo è cattivo e vince il più forte, rimarremo ancorati all’interno di un circolo vizioso che non ci permetterà di vedere oltre.

Oltre cosa dobbiamo guardare?

Oltre la nostra zona di confort. Cosa è? è lo spazio di vita che ci siamo costruiti, all’interno del quale ci sappiamo muovere benissimo ad occhi chiusi. è quel saper fare e saper dire che tanto ci appartiene da saperci muovere con destrezza senza arrecare danni, a nessuno. Senza neanche però fare la differenza. Ha i suoi lati positivi: ci sentiamo sicuri, riusciamo a controllare ogni cosa. Eppure quando qualcosa va storto, ci arrabbiamo, iniziamo a pensare al perché le cose non vanno mai come vorremmo. Mai un po’ di fortuna?
In genere preferiamo rimanere nella zona di confort. Il rischio é rischio! E se poi non va? Meglio non straperdere tempo e denaro!

In realtà basta poco per superare la zona di confort: certo non dobbiamo scalare una montagna , quando non siamo abituati neanche a camminare. Ma un piccolo passo alla volta, una piccola cosa in più per guardare oltre la si può prendere in considerazione.

“Un viaggio di mille miglia inizia con un solo passo.” Lao Tze.

Abbiamo sempre svolto in un modo un dato compito, ma vorremmo che fosse diverso il risultato? Obiettivo in fondo e decidiamo la strategia di azione:

piano a: idee – strumenti – azioni – risultato

non funziona neanche così? Potremmo dire di averci provato, ma forse non era la strada corretta. Ci riproviamo con un’alternativa.

Piano b: nuove idee- strumenti – nuove azioni – risultato

In ogni caso avremo superato la nostra zona di confort e avremo guardato oltre la linea che ci siamo sempre imposti.
Capita spesso di non riuscire a portare a termine progetti (Piano A), perché ci si rende conto che non si é abituati a fare alcune cose, e non le si riesce a contemplare nel proprio quotidiano. Anche in questo caso l’alternativa (Piano B) con molta probabilità sarà quella di acquisire nuove abitudini e farle diventare quotidiane, fino a diventare parte di noi.

Esempio: decidiamo ogni giorno un piccolo obiettivo, da raggiungere in giornata. Traguardi raggiungibili non ambiziosi, altrimenti andremo incontro ad un fallimento certo. La sera valutiamo il passo che abbiamo fatto in quella giornata. La mattina seguente riproponiamocelo, valutando la sera il piccolo passo in avanti. Continuiamo così fin quando la nuova abitudine non farà parte di noi. Acquisiremo così un’alternativa al nostro solito modo di fare, di pensare e di agire che ci aiuterà in una scelta differente, con un atteggiamento mentale (Mindset) nuovo.

Il punto non è il risultato che stiamo cercando di ottenere, ma il cambiamento che stiamo vivendo e il lavoro che facciamo su noi stessi per arrivare a quel cambiamento. Vista in questa ottica, ogni piccolo passo che faremo, ogni nuova abitudine che acquisiremo, sarà sempre una piccola vittoria, una in più ogni giorno. E ci sentiremo gratificati ogni giorno di più.

Allora come arrivare al successo? Quale è la chiave? Cosa c’entra il titolo con quello che ho letto finora?
Semplice: vuoi realizzare il tuo sogno nel cassetto? inizia un passo alla volta, una gradino alla volta, una gratificazione quotidiana alla volta. E se non va, si riprova cambiando strategia. La volta dopo saremo attenti a non commettere gli stessi errori, ma avremo imparato cosa non fare e saremo ugualmente un passo avanti!

“Il problema è che tu pensi di avere ancora tempo.” Buddha

Non sai da dove partire? Prendi carta e penna e scrivi:

  1.  Obiettivo
  2. Cosa devo fare
  3. Quando
  4. Dove

Così da non dimenticare giorno per giorno quello che ti sei ripromesso. Per ricordartelo sarà sufficiente un post-it in bella vista o appuntarlo su un calendario.

Vuoi realizzare il tuo sogno nel cassetto e avere successo? Il tempo é scaduto.

Inizia, realizza. Adesso tocca a te.

The following two tabs change content below.
Psicologa, Psicoterapeuta, Analista Transazionale. Lunga esperienza nel campo delle disabilità. Conduce gruppi e seminari rivolti alla famiglia e alla sua organizzazione. Aree di intervento Relazionale.

Ultimi post di dr.ssa Elena Giurlando (vedi tutti)

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.