Età evolutiva

Le funzioni esecutive: cosa sono e come si sviluppano

Partendo dall’articolo pubblicato precedentemente relativo ai processi cognitivi implicati nello sviluppo di una bambino, nei due prossimi articoli verranno specificate le Funzioni Esecutive coinvolte e compromesse in bambini con ADHD e il loro sviluppo durante le prime fasi evolutive.

Le funzioni esecutive (FE) sono un insieme di processi cognitivi particolarmente rilevanti nei comportamenti finalizzati e complessi; intervengono nelle situazioni in cui non siano funzionali conoscenze o comportamenti automatizzati, nè azioni basate sui nostri impulsi. Le FE hanno quindi una funzione di controllo e tale attività è onerosa dal punto di vista delle risorse cognitive poichè viene svolta quando gli automatismi non sono adatti a sostenere il comportamento per il raggiungimento degli scopi individuali.

Le FE possono essere concettualizzate come come un gruppo di abilità cognitive relativamente indipendenti che agiscono in modo coordinato. In uno studio condotto da Miyake e i suoi collaboratori, sono state individuate nella popolazione adulta tre componenti distinte anche se correlate tra loro: inibizione delle informazioni irrilevanti, l’aggiornamento delle informazioni in memoria e la flessibilità.

Il temine “inibizione” si riferisce all’abilità di controllare le risposte automatiche predominanti che possono interferire con il comportamento finalizzato. Molti bambini con ADHD non hanno un adeguato sviluppo di questa abilità e di conseguenza mostrano enormi difficoltà ad inibire le informazioni (distrazioni) irrilevanti per il compito che desiderano svolgere. Questo presupposto rende complicata la capacità di PIANIFICAZIONE del compito da svolgere lasciando spesso il bambino in balia dei bisogni interni insorgenti o dagli stimoli esterni.

L’aggiornamento in memoria (updating) identifica una funzione specifica della memoria di lavoro (Mdl). La Mdl può essere definita come l’abilità di mantenere, aggiornare ed elaborare le informazioni a mente nel tempo utile alla risoluzione del compito. L’updating fa riferimento alla capacità di aggiornare le informazioni in memoria per la risoluzione di un compito. Si tratta di una funzione cognitiva fondamentale per l’esecuzione di attività complesse ma anche di una serie di attività più semplici che vengono richiese in continuazione nel corso della quotidianità.

Infine la flessibilità cognitiva si intende la funzione che permette il passaggio da un’operazione mentale ad un’altra e il controllo dell’effetto di interferenza reciproca tra le due operazioni. Questa abilità risulta fondamentale per consentirci di modificare il nostro modi di pensare e agire in relazione ai cambiamenti e alle differenti caratteristiche dell’ambiente. Anche in questo caso i bambini con ADHD tendono ad avere una scarsa flessibilità cognitiva correndo il rischio di perseverare in azioni anche quando queste non sono più funzionali allo scopo.  

Nel prossimo articolo verranno esposte le fasi evolutive attraverso cui si sviluppano le funzioni esecutive.


Usai M.C., Traverso L., Gandolfi E., Viterbori P., FE-PS 2-6. Batteria per la valutazione delle funzioni esecutive, 2017, Erickson, Trento.

The following two tabs change content below.
Psicologo, Psicoterapeuta dell'età evolutiva specializzato nei disturbi del comportamento. Mi occupo della valutazione, diagnosi e riabilitazione di bambini con disturbi del comportamento e delle famiglie che hanno difficoltà a gestire i propri figli con diagnosi di ADHD e disturbi del comportamento esternalizzante in generale.

Ultimi post di dr Manuel Marcocci (vedi tutti)

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.