Sesso

Il sesso biologico

La sessualità è costituita da 6 distinte componenti: 1) il sesso biologico: 2) l’identità di genere; 3) il ruolo di genere; 4) l’orientamento sessuale, 5) l’orientamento affettivo e 6) il comportamento sessuale.

Il sesso biologico è l’insieme delle caratteristiche organiche che permette di classificare gli esseri umani come maschi, femmine e intersessuali (tra l’1% e il 2% della popolazione). Possiamo distinguere il sesso biologico in tre sottodimensioni:

  1. Genotipico. Noi esseri umani abbiamo 46 cromosomi suddivisi in coppie; la 23ma coppia è costituita dai cromosomi sessuali XX o XY.
  2. Gonadico. La presenza di ovaie o di testicoli (e, per estensione, delle caratteristiche sessuali non visibili come utero, prostata etc.).
  3. Fenotipico. I genitali esterni e le caratteristiche sessuali secondarie, come la peluria, l’apparato muscolo-scheletrico, il tono della voce etc.

La differenziazione sessuale, in sintesi, si svolge in 4 tappe fondamentali:

  • La prima fase avviene durante il concepimento quando i cromosomi sessuali stabiliscono l’appartenenza al sesso maschile o al sesso femminile; si inizia a formare una gonade indifferente, cioè un organo in stato bipotente, che può diventare sia ovaio che testicolo.
  • La differenziazione della gonade indifferente avviene intorno al 2º mese di gravidanza. In assenza del cromosoma Y (o in caso di specifici disturbi dello sviluppo sessuale), la differenziazione sessuale avviene in senso femminile. Ciò significa che il “programma genetico di default” è sempre quello femminile. Ecco in che modo avviene la differenziazione:
Se la 23ma coppia di geni contiene una Y, nel 2° mese si attiva una piccola regione del gene Y detta SRY (Sex-determining Region Y) che attraverso la proteina TDF (Testis-determining factor) fa sì che la gonade indifferente si indirizzi verso il sesso maschile e avvenga la trasformazione delle gonadi bipotenti in testicoli. Se l’azione del TDF non avesse effetto, il feto si svilupperebbe in senso femminile, anche se il sesso cromosomico è XY. Ci sono casi di intersessualità in cui questo accade, ad esempio nella Sindrome di Morris, e non sono neppure tanto rari. 
  • Intorno al 4° mese di gravidanza si evidenzia la differenziazione fenotipica, per cui nell’ecografia possiamo già vedere i genitali esterni del feto. In questa fase inizia anche il dimorfismo cerebrale sessuale, cioè la differenziazione sessuale del cervello maschile rispetto a quello femminile dovuta all’esposizione ai livelli di testosterone.
  • Durante la pubertà (11-16 anni) avviene un secondo picco ormonale che completerà lo sviluppo biologico dei caratteri sessuali primari testimoniato dalla mestruazione nella femmina e dalla produzione di sperma nel maschio. Si conclude la differenziazione fenotipica attraverso la definizione dei caratteri sessuali secondari (struttura muscolo-scheletrica v-shape, ingrandimento del pene, dei testiscoli e della prostata, barba e peluria diffusa, tono della voce più profondo nel maschio; allargamento del bacino  sviluppo del seno, peluria sul pube e tono della voce più acuto nella donna etc.).

Il passaggio da una gonade indifferenziata programmata di default a diventare una femmina alla grande varietà in cui da adulti vivremo l’essere uomo o l’essere donna (o altro) è un processo complesso, lungo e fragile che testimonia come la conquista dell’identità sessuale già a livello biologico per noi esseri umani è un processo tutt’altro che lineare.

 

 


Fausto-Sterling A (2000). Sexing the Body: Gender Politics and the Construction of Sexuality. New York: Basic Books

 

Dèttore D (2001). Psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale. Milano: McGraw-Hill

Dèttore D & Lambiase E (2011). La fluidità sessuale. La varianza dell’orientamento e del comportamento sessuale. Roma: Alpes

The following two tabs change content below.

dr Christian Giordano

Ideatore e Fondatore a Centro Psike
Psicologo, Psicoterapeuta, terapista sessuale e di Coppia, esperto in analisi transazionale e perizia grafologica. Mi occupo di disturbi di personalità, problemi sessuali, depressione e ansia. Nel mio studio accolgo ogni paziente con calore, rispetto e assenza di giudizio. Sono convinto che ogni persona può cambiare e migliorare sé stessa.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.