Età evolutiva

DSA: l’intervento a scuola per bambini con Disturbo Specifico dell’Apprendimento.

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) interessano alcune specifiche abilità dell’apprendimento scolastico sulla cui base assumono una denominazione specifica: dislessia (lettura), disgrafia e disortografia (scrittura), discalculia (calcolo).
Le ultime ricerche ritengono l’origine dei DSA di tipo neurobiologico; allo stesso tempo individuano una matrice evolutiva, motivo per il quale è indicato l’intervento mirato.

Parliamo quindi di una disabilità? No, i DSA non rientrano nella disabilità.
Difatti la normativa di riferimento non è la 104/1992, bensì la 170/2010. In questa legge si riconoscono i DSA, assegnando alle scuole il compito di individuare forme didattiche e modalità di valutazione più adeguate, affinché gli studenti possano raggiungere il successo formativo.
La scuola ha quindi il dovere di compilare un documento di programmazione personalizzato (il PDP) in cui predispone i metodi compensativi e dispensativi adeguati allo studente.

Cosa sono i metodi compensativi e dispensativi? I metodi compensativi sono strumenti, di natura didattica o tecnologica, che sostituiscono o facilitano la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria (es. calcolatrice nella discalculia).  I metodi dispensativi sono, invece, interventi che consentono allo studente di non svolgere alcune prestazioni che, a causa del disturbo, risultano particolarmente difficoltose e che non migliorano l’apprendimento scolastico.

 

_______________________________________________________________________

Per approfondimenti:

MIUR, Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento, allegate al D.M. 12 luglio 2011  

MIUR, DSA Disturbo Specifico dell’Apprendimento

The following two tabs change content below.

dr.ssa Laura Chirico

Psicologa, Psicoterapeuta, CTU del Tribunale Ordinario di Tivoli. Lavoro con l'età evolutiva (disturbi del neurosviluppo e psichiatrici) e con gli adulti, occupandomi prevaletemente di disturbi di personalità e disturbi dell'umore. "Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" (M. Proust)

Ultimi post di dr.ssa Laura Chirico (vedi tutti)

Cosa ne pensi?