Età evolutiva

ADHD: trattiamoli con il neurofeedback

Diversi sono i trattamenti di “elezione” per il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività: terapia cognitivo/comportamentale, terapia comportamentale, Parent Training, mindfulness, trattamento farmacologico (metilfenidato), integratori alimentari con acidi grassi polinsaturi (omega 3 e 6). L’ultima frontiera delle terapie riabilitative per ADHD sembra essere il Neurofeedback.

Cosa è? Come funziona?

Attraverso l’utilizzo di elettrodi posizionati sulla testa del bambino, il neurofeedback permette la rilevazione dell’attività elettoencefalica. I dati vengono trasmessi e visualizzati su lo schermo di un PC in un formato visualizzabile e codificabile per il paziente. Il bambino sarà quindi in grado di osservare e gestire il feedback dell’attività cognitiva raggiungendo volontariamente gli stati desiderati.

The following two tabs change content below.
Psicologo, Psicoterapeuta dell'età evolutiva specializzato nei disturbi del comportamento. Mi occupo della valutazione, diagnosi e riabilitazione di bambini con disturbi del comportamento e delle famiglie che hanno difficoltà a gestire i propri figli con diagnosi di ADHD e disturbi del comportamento esternalizzante in generale.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.