Età evolutiva

Lasciami la mano. Le strade percorse dai nostri figli nella ricerca della propria autonomia

Quante volte i genitori si sono dovuti misurare con la richiesta del proprio figlio di lasciargli la mano. A chi non è ancora capitato provi a fermarsi e immaginarsi con il proprio figlio nel momento di attraversare la strada. Non sarà difficile cogliere nel fermo immagine di quel momento una moltitudine di fattori che entrano in gioco a orientare la scelta finale del genitore: l’età del bambino con le sue competenze acquisite e quelle ancora da conquistare, il contesto, le proprie esperienze come genitore, la propria storia.

Nel cammino verso l’autonomia dei propri figli, mentre il bambino si cimenta in esperienze nuove sperimentandosi, l’adulto è chiamato a sintonizzarsi con lui per riconoscere i suoi bisogni e accoglierli quando possibile. Un processo che richiede al genitore stesso di continuare a percorrere le strade della propria autonomia: ampliare lo sguardo sul proprio bagaglio esperienziale che rappresenta si un punto di partenza per ricoprire il ruolo di genitore, ma che può essere arricchito e migliorato per rendere le proprie scelte come genitori più efficaci alla luce di nuove consapevolezze acquisite nell’incontro autentico con l’altro bambino/figlio nel qui e ora.

Nei post seguenti si affronterà il tema dell’autonomia soffermandosi in particolare su una delle linee evolutive, separate per comodità espositiva, che il bambino percorre per raggiungerla: lo sviluppo affettivo e la sua interazione, in una influenza reciproca, con il ruolo del genitore e con l’ambiente.

The following two tabs change content below.
Il Centro Psike è nato dall’idea di alcuni psicologi e psicoterapeuti che hanno scelto di lavorare in équipe secondo precisi standard etici e professionali. Chi si rivolge al Centro Psike viene accompagnato nel suo percorso di cura secondo un approccio umanistico e integrato, con al centro la crescita e la salute della persona e il suo pieno sviluppo umano.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.